Posts contrassegnato dai tag ‘camorra’

L’intervallo di Leonardo Di Costanzo (Italia, 2012)

Image

Due adolescenti cresciuti in terra di camorra si ritrovano a trascorrere insieme un pomeriggio coatto dentro un vecchio edificio abbandonato. Scopriranno di avere più cose in comune di quanto pensano. E di essere entrambi, anche se in modo diverso, in trappola.

Lasciate stare le critiche di chi scomoda l’eterno ritorno del neorealismo nelle sale italiane. Il film del documentarista Di Costanzo non è l’ennesimo (squallido) tentativo di riesumare un genere per cui l’Italia è giustamente famosa nei manuali di storia del cinema mondiale. L’intervallo è un’altra cosa. Non un’operazione di marketing cinematografico, ma un film sentito e urgente di un regista che vuole raccontare una storia semplice con occhio semplice.
Due giovani intrappolati in un vecchio edificio contro la propria volontà (di più non si può dire) e un’amicizia che nasce con dolcezza, ma con l’intensità di chi è addirittura capace di mettere a rischio la propria vita per quella altrui. Più iperrealista che neorealista, L’intervallo raggiunge a tratti anche momenti di delicato onirismo che non si scordano facilmente (come nella scena in cui i due protagonisti, bravissimi, immaginano di navigare da una barca immersa in una pozza). Potrebbe essere un film del primo Kitano, una di quelle storie minime, ordinarie e disperate, che si concludono nella tragedia. Solo che per chi vive in certi zone d’Italia non è concessa nemmeno quella catarsi. E la vita quotidiana di chi non alza la testa resta la peggiore condanna.