The social network

Pubblicato: novembre 23, 2010 in Recensioni
Tag:, ,

The social network di David Fincher (Usa, 2010)

 

Un genio del computer, sociopatico e nemmeno ventenne, ruba (migliorandola) l’idea di due aitanti compagni di università. Un’idea che in pochi anni rivoluzionerà Internet e le relazioni umane di chi vive online.

La solitudine del numero uno Mark Zuckerberg la conosce bene. Troppo intelligente, troppo ambizioso e troppo maschilista per poter essere anche simpatico. Uno stronzo, o forse soltanto uno che fa di tutto per sembrare uno stronzo. Un genio che a diciannove anni dà il via alla più grande trasformazione di usi e costumi, non solo sul web, che si sia vista da vent’anni a questa parte: (the) Facebook.
Di chi è il merito? Dell’ambizioso e solitario Zuckerberg o dei pretenziosi gemelli Winklevoss? Le cause legali intentate (e vinte) contro l’amministratore delegato di Facebook restituiscono una mezza verità, la stessa scelta dall’autore del libro da cui Fincher ha tratto il suo film. Ma la nascita di Facebook è solo un pretesto per raccontare il “network sociale” dove l’idea del decennio nasce e si sviluppa. Quell’orgia di energie, ambizioni e rivalità darwiniane che è un campus d’eccellenza mondiale come Harvard.
Solo lì poteva nascere Facebook ed è quello il social network che Fincher racconta e congela sulla sua pellicola. Uno splendido ritratto del nuovo volto (giovane) del capitalismo americano, dove ciò che conta è solo quel magico miscuglio di successo economico e popolarità che tutti inseguono come falene. Ma che non basta per togliersi dalla testa il viso della ragazza che ti ha mollato.

commenti
  1. Ale55andra ha detto:

    In poche parole hai espresso quello che penso anche io di questo film, senza considerare che l'ho trovato formalmente e stilisticamente davvero molto ben fatto.

  2. CineSerialTeam ha detto:

    Questo film sta mettendo davvero tutti d'accordo! 🙂

  3. cineblob ha detto:

    Impossibile non trovarsi d'accordo in un caso come questo ^__^

  4. anonimo ha detto:

    Credo che sia impossibile parlarne male!
    perso

  5. cineblob ha detto:

    Già, come lo giri giri è un gran film. Ne parla male solo chi non l'ha visto (per studipi pregiudizi legati a Fb) 😉

  6. AlDirektor ha detto:

    Ciao, concordo con le tue parole sul film di Fincher. Credo che la parola congelare sia adattissimo, in quanto Fincher mette il marchio sull'argomento, in vista di probabili remake o cloni futuri. Non ci saranno sicuramente altri uguali, nè nelle ambizioni, nè nel risultato (o forse si?).

    Simpatico blog (scusa, Blob) il tuo, in quanto scrivi a livello umano, popolare (non è un insulto eh). Senza filosofosismi troppo alti e complessi per essere letti da un povero barbone come moi.

    Ti linko sul mio blog, così mi ricorderò di passarti a trovare.

    Un saluto.

  7. cineblob ha detto:

    "Scrivi a livello umano". Grazie, è un gran bel complimento. Ho una laurea in semiologia del cinema alle spalle, ma da quando scrivo per vivere (e non viceversa) ha capito che meglio ci si fa capire dai lettori, soprattutto sui blog, meglio è. La critica alta, ormai, la lascio ai miei vecchi prof 😉

  8. AlDirektor ha detto:

    Bè se hai addirittura una laurea, non so quanto possa sembrare un complimento il mio…
    comunque hai capito cosa volevo dire: scrivi bene e ti fai capire, lasciando trasparire quel che pensi sul serio.

    L'ultimo dubbio: esiste una critica alta? 😀

  9. cineblob ha detto:

    Di critica alta son piene le riviste specializzate e a volte, direi purtroppo, i blog. Che dovrebbero essere "qualcos'altro", ma a volte lo dimenticano.

  10. AlDirektor ha detto:

    Ah ecco. Quella è la critica alta. Ma credimi, io non sono capace di distinguerla come critica alta. Limite personale.
    Sui blog invece, sarebbe gradito non vederla mai.
    Non tanto la critica "alta", ma quel caratteristico tono di "superiorità" che a volte rende fastidiosa (seppur interessante magari) la lettura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...