Shutter Island

Pubblicato: aprile 14, 2010 in Uncategorized

Shutter Island di Martin Scorsese (Usa, 2010)

Il detective Teddy Daniels viene chiamato a investigare su una misteriosa scomparsa a Shutter Island. Sull'isola, che ospita i peggiori killer psicopatici degli Stati Uniti, la follia sembra una cosa tangibile e contagiosa. Come la paranoia, che agita le notti del detective reduce di guerra. E convinto che su Shutter Island si svolgano esperimenti peggiori di quelli nazisti.

In mano a un qualsiasi anonimo regista contemporaneo il libro di Dennis Lehane sarebbe diventato uno dei tanti thriller a sfondo psicologico che affollano i banchi di dvd alle feste dell'Unità. Per fortuna nostra, invece, dietro la macchina da presa c'è Martin "leggenda vivente" Scorsese. E anche se questo film probabilmente non entrerà nella storia del cinema, si tratta comunque di un'imperdibile passeggiata nei regni del perturbante e del rimosso.
Raramente la follia è stata così tangibile e contagiosa, sul grande schermo, come in Shutter Island. E le sequenze oniriche pensate da Scorsese sono disturbanti e affascinanti come da tempo non se ne vedevano. Condisce il tutto una fotografia raffinata e una triade di attori perfettamente a loro agio: Ben Kingsley, Max Von Sydow e Leonardo DiCaprio, che più invecchia più diventa bravo. La critica spietata ai metodi americani di repressione e normalizzazione, accostati a quelli nazisti, rima bene con gli Stati Uniti di Guantanamo e del waterboarding. Mentre la prigione-manicomio di Shutter Island si candida a diventare una nuova icona del cinema sulla follia, non meno che l'Overlook Hotel o la villa di Norman Bates.

commenti
  1. Ale55andra ha detto:

    Straordinario film di genere che tra l'altro omaggia anche l'espressionismo tedesco. Il connubio Scorsese-Di Caprio fin'ora non mi ha mai delusa.

  2. cineblob ha detto:

    Davvero bello. Gli omaggi, nei film di Scorsese, come sempre si sprecano ^^

  3. anonimo ha detto:

    A me ha annoiato a morte, ed è prevedibile in una maniera imbarazzante!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...