A Christmas Carol

Pubblicato: dicembre 18, 2009 in Uncategorized

A Christmas Carol di Robert Zemeckis (Usa, 2009)

Ebenezer Scrooge odia il Natale e scarica la sua stolida acidità su chi lo festeggia. Visitato in una notte da tre spiriti cambierà presto idea e vita.

E' sempre difficile confrontarsi con una Istituzione. E il Canto di Natale di Charles Dickens, pubblicato per la prima volta in Inghilterra nel 1843, è una di queste. E' quasi impossibile contare adattamenti, versioni e citazioni di quella che forse è l'opera più famosa e popolare, nel senso di vicina al popolo, del grande scrittore inglese. Solo al cinema, senza contare l'ultimo lavoro di Zemeckis, sono quattro i film apertamente tratti dalla storia dell'avaro Scrooge: la maschera dalla cui costola Walt Disney ha creato il suo Zio Paperone.
A che serviva un nuovo adattamento allora? E' la prima domanda che mi sono fatto andando al cinema. La risposta, come spesso accade, è semplice e quasi pedagogica: far conoscere alla generazione 2.0, grazie anche al richiamo del 3D e di un'eccellente computer graphic, la bellissima storia natalizia di Dickens. Incassando intanto qualche milione di euro facile facile sotto Natale.
Il risultato, a dire la verità, è riuscito solo a metà. Perché se la qualità della computer graphic e del meccanismo 3D è davvero impressionante, facendoci dimenticare i deludenti risultati di Polar Express, l'adattamento non convince del tutto. E nonostante corse frenetiche, voli iperuranici ed esplosioni scintillanti, tutto sommato un po' ci si annoia. Ma almeno ci si annoia di fronte a una mirabolante dimostrazione di come innovazione non significhi per forza l'opposto di tradizione.

commenti
  1. cineblob ha detto:

    http://cineb[..] A Christmas Carol Cineblob [..]

  2. MonsierVerdoux ha detto:

    sono sostanzialmente d’accordo con te (le rincorse e gli inseguimenti ad esempio sono messi lì solo pera allungare il brodo) ma come ho scritto da me, il film ha il merito di essere abb maturo e adulto, non la classica trasposizione per bambini. E poi, come dici giustamente, è una vera delizia per gli occhi!

  3. cineblob ha detto:

    decisamente sì, ma mi aspettavo di più ^__^

  4. anonimo ha detto:

    Tecnicamente meraviglioso, emotivamente piatto (tranne qualche passaggio qua e là). Il racconto originale (che per fortuna non è stato edulcorato, a parte l’aggiunta di quelle inutili corse e inseguimenti) fornisce comunque l’anima e tiene in piedi il film. Io mi aspettavo molto poco, e quindi mi sono accontentato.

    Ciao
    Christian

  5. cineblob ha detto:

    anch’io infatti mi sono accontentato ^__^

  6. Testavuota ha detto:

    Io però Jim Carrey in versione natalizia lo odio un po’, mi è rimasto troppo sui coglioni all’epoca del Greench.
    Comqunque buon natale!!!

  7. amosgitai ha detto:

    Nell’augurarti buon anno invito te e i tuoi lettori a votare i migliori film ed interpreti del 2009.

    VOTA I MIGLIORI FILM ED INTERPRETI DEL 2009!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...