Control

Pubblicato: ottobre 28, 2008 in Uncategorized

Control di Anton Corbijn (Uk-Usa-Australia-Jap, 2007)

Ascesa e declino di Ian Curtis, cantante dei Joy Division: da sconosciuto ragazzotto di una qualunque bricktown inglese a icona della controcultura new wave. Morto suicida a 23 anni, con una vita troppo intensa alle spalle.

Da qualche anno il cinema ha riscoperto il fascino delle rockstar. Kurt Cobain, Bob Dylan e (tra poco) Jimi Hendrix sono diventati valide alternative ai supereroi che affollano il grande schermo. Icone della società contemporanea, stupefacenti (seppur senza superpoteri) e immortali (soprattutto se morti).
Ian Curtis era uno di loro. Una cometà passata troppo velocemente sulla terra, sacrificatasi per troppa sensibilità, regalando al mondo del rock una delle sue maschere più tormentate. Anton Corbijn, regista di video e talentuoso fotografo alla sua prima prova cinematografica, ha deciso di portare sullo schermo la sua maschera pallida e nevrotica, ispirandosi al romanzo autobiografico della moglie di Curtis.
Il risultato, Control, è un biopic musicale cupo ma vitale, a volte lento (come la vita di chiunque) ma sincero nell'amore per i suoi personaggi. Sam Riley è straordinariamente credibile, un gemello mai nato di Curtis. La fotografia, manco a dirlo, è sublime. Corbijn regala nuova dignità al termine grigio. E le canzoni dei Joy Division fanno il resto: disperatamente meccaniche, inesorabilmente romantiche. Uscirete dalla sala in cerca della vostra vecchia copia di Unknown pleasures.

commenti
  1. anonimo ha detto:

    L’avevo visto circa un anno fa e mi era piaciuto abbastanza: bello il bianco e nero e anche la caratterizzazione psicologica del protagonista. Ma non conosco nulla dei Joy Division, anzi quando ho iniziato a vedere il film non sapevo nemmeno che si trattasse della biografia di un personaggio vero (l’ho capito a metà film…).
    Christian

  2. cineblob ha detto:

    sul serio? O___o

  3. anonimo ha detto:

    A mia discolpa, oltre che l’ignoranza in campo rock, posso aggiungere che stavo seguendo una rassegna e che vedevo anche cinque/sei film al giorno: spesso andavo in sala conoscendo solo il titolo e il nome del regista, senza essermi informato sulla trama o sull’argomento…
    Comunque, il fatto che il film possa piacere anche senza coglierne i riferimenti è un punto a suo favore.
    Christian

  4. anonimo ha detto:

    ciao, hai visto Persepolis? faresti una recensione? ciao!!

  5. cineblob ha detto:

    @ christian: punto a suo favore, chiaro@ anonimo: ebbene, non l’ho visto… ma l’ho letto! vale lo stesso? ;P

  6. anonimo ha detto:

    Control è un film fantastico,restituisce pienamente la tragedia di Curtis anche grazie alla mimetica interpretazione di Sam Riley che c’è da scommeterci intraprenderà una notevolissima carriera. Complimenti per il blog e le recensioni,fai un salto sul mio se ti fa piacere
    Ciao,
    Valentina

  7. anonimo ha detto:

    La prima volta che ho ascoltato i Joy Division è stato un colpo al cuore, in un’età in cui stavo cambiando e le parole di Ian suonavano come l’eco delle mie. il film l’ho amato per il suo bianco e nero e per la capacità di rendere un tormento esistenziale che è anche quello dei nostri giorni purtroppo, dove il “No Future” è più attuale che mai. ciao, a presto. ViolaVic

  8. cinescopio ha detto:

    e dopo aver letto questo devo vederlo!
    ely

  9. Nonostantetutto ha detto:

    Auguri Cinéphile 2009 per un anno di fantastiche visioni. In sala, sul computer, sul televisore LCD, sullo smartphone 3G qualunque marca sia. Purché cinema sia. Rob.

  10. MilenaOne ha detto:

    Essendo cresciuta con i Joy Division (tra i tanti) non ho potuto fare a meno di vederlo… sono d’accordo con la tua recensione!

    (certo, bisogna dire che tra i film che celebrano le rockstar il migliore è “Io non sono quì”, almeno per me)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...