Il matrimonio di Lorna

Pubblicato: ottobre 13, 2008 in Uncategorized

Il matrimonio di Lorna di Jean-Pierre & Luc Dardenne (Belgio-Francia-Italia-Germania, 2008)

Una ragazza albanese combina un matrimonio di interesse con un tossicodipendente per ottenere la cittadinanza belga. Il patto con la malavita prevede la morte del marito e un nuovo matrimonio, ancora una volta di interesse, con un russo.

La vita vera sullo schermo. Ogni volta che penso ai fratelli Dardenne immagino due maniaci ossessivi, che rendono impossibile la vita di chi deve preparare il mondo che hanno deciso di mettere sullo schermo. Nel loro ultimo film, come sempre, è tutto perfetto. Il lavoro sul profilmico, per i Dardenne, è più importante della stessa regia. E perfetta è anche Arta Dobroshi: incontrata per caso in strada e trasformata in Lorna, giovane emigrante complice e poi vittima di un'organizzazione criminale tanto squallida quanto crudele.
Drammi personalissimi (matrimoni, tossicodipendenze, povertà, aborti) per parlare di drammi diffusi (la disperazione di chi emigra, la solitudine degli ultimi). Unica redenzione, inutile dirlo, è l'amore: poco importa se disperato (bellissimo il bacio tra i due finti sposi) o assolutamente immaginario. Intenso, davvero.

commenti
  1. Ale55andra ha detto:

    Questo purtroppo mi è sfuggito, ma ne ho letto un gran bene ovunque, dunque cercherò di recuperare assolutamente.

  2. cineblob ha detto:

    già già, faresti bene

  3. anonimo ha detto:

    La recensione è ottima, non l’ho letta! ho appena finito di vedere 12 di Michalkov, recènsilo!

  4. cineblob ha detto:

    è ottima ma non l’hai letta? O__o

  5. cinemaleo ha detto:

    Bravissima Arta Dobroshi, eccezionale nell’esprimere cinismo freddezza e determinazione (apparente) sentimento fragilità e pietà (nella sostanza).
    Ma tutto il cast è da applauso in questa opera costruita come un thriller arricchito da una serie continua di colpi di scena che coinvolge lo spettatore non permettendogli la minima distrazione.
    p.s.
    complimenti per il blog, ti ho linkato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...