L’ultima spiaggia

Pubblicato: agosto 31, 2008 in Uncategorized

L'ultima spiaggia di Stanley Kramer (Usa, 1959)

Una guerra nucleare improvvisa e inspiegabile ha letteralmente cancellato gli uomini dalla faccia della terra. I pochi sopravvissutti, sulle coste dell'Australia, aspettano l'arrivo del fallout radioattivo consumando disillusi gli ultimi amori.

Tratto dal romanzo di Nevil Shute, L'ultima spiaggia è un melò postatomico colpevolmente dimenticato da critica e pubblico. Mentre l'America è turbata dalla spada di Damocle del nucleare, Kramer porta sullo schermo una storia dove "la bomba" resta qualcosa di lontano, quasi invisibile. E si dedica piuttosto all'esplorazione, a volte di maniera, di turbamenti e sentimenti dei pochi sopravvissuti: costretti a pesare relazioni e amori come fossero viveri che scarseggiano, in attesa dell'arrivo della nube radioattiva che li sterminerà.
A struggersi sulle coste australiane c'è un cast titanico: Gregory Peck, Anthony "Psyco" Perkins, Fred Astaire (nel suo primo ruolo drammatico) e un'avvolgente Ava Gardner. Bellissima la fotografia made in Italy. Da vedere, se non altro perché di melò postatomici non ne esistono poi così tanti.

p.s. ringraziamo Vicolo Bolognetti per averlo messo nella rassegna postatomica, tra l'altro perfetta per Bologna in agosto.

commenti
  1. Jupiter ha detto:

    ma se uno non è nerd dove li trova questi film, o mio guru del cinema? ^__^

  2. cineblob ha detto:

    col Mulo, per esempio &-]

  3. anonimo ha detto:

    Di Stanley Kramer ricordo SCIARADA…ma anche Indovina chi viene a cena e L’UOMO CREò SATANA sul darwinismo in America

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...