La promessa dell’assassino

Pubblicato: agosto 9, 2008 in Uncategorized

La promessa dell'assassino di David Cronenberg (Uk-Canada-Usa, 2007)

Un'ostetrica trova in ospedale il diario di una ragazza russa, morta durante il parto dopo essere stata vittima di abusi e droghe. Tenterà di risalire al padre della bimba appena nata, tessendo pericolosi rapporti con la mafia russa di stanza a Londra.

Qualisiasi cosa venga toccata (anche di sfuggita) da David Cronenberg merita attenzione. Il regista canadese, entrato nella storia del cinema con pietre miliari come La Mosca, è infatti uno dei pochi "autori" certificati: un uomo che ha una sua precisa visione del mondo, per quanto cupa e carnale, portata avanti con convinzione negli anni attraverso e al di là dei generi.
La promessa dell'assassino è la terza prova consecutiva di Cronenberg nel noir. Ed è una prova decisamente riuscita. Un racconto buio e intenso sull'ingiustamente misconosciuta mafia russa, avvolta in rituali corporali dal sapore antico e immersa nella modernità di una città, Londra, nelle cui pieghe scivola con facilità.
Splendida fotografia, un bronzeo Mortensen (che ha purtroppo incontrato sulla strada verso l'Oscar Daniel Day Lewis) e un paio di sequenze da manuale del cinema contemporaneo (la lotta all'ultimo sangue nella sauna è magistrale). Quello che manca, in parte, è quel continuo senso del perturbante che rendeva il precedente A history of violence più cronenberghiano, e per questo superiore. Ma La promessa dell'assassino è comunque ampiamente mantenuta.

commenti
  1. anonimo ha detto:

    A Eastern promises non manca proprio niente, checché ne dicano alcuni blogger innamorati dei lavori precedenti di Cronenberg. (E poi lo vogliamo dire che alcune sue cose non sono proprio profumatissime?) ^^

  2. anonimo ha detto:

    Ammettilo, cazzarola, anche tu sei rimasto deluso quando hai scopeto che Viggo era un “buono”…

  3. rob81 ha detto:

    Io faccio parte dei blogger innamorati dei lavori precedenti di Cronenberg. Il che ovviamente non mi impedisce di ammirare la bellezza di questo film 😉

    Ciaoo Rob

  4. Ale55andra ha detto:

    Film straordinario che non ha nulla da invidiare alla precedente e monumentale opera del regista canadese.
    Mi piace il tuo blog, lo inserisco nei miei link ^_-

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...