The innocents

Pubblicato: gennaio 19, 2008 in Uncategorized

The innocents di Jack Clayton (Usa, 1961)

Una giovane governanate viene spedita in una desolata villa un nobile inglese, tanto dandy quanto egoista. Dovrà accudire i due nipoti dell'uomo, ed essere per loro tutta quello che la famiglia non è stata.

Un dizionario alfabaetico del cinema che non includesse questo film, sotto la P di perturbante, meriterebbe di rimanere a impolverarsi. Perché The Innocents è uno dei capolavori/contenitori del cinema horror. Una ghost-story così perfetta che riesce ancora oggi, a distanza di più di quarant'anni, a dare brividi che molti mediocri filmetti in sala possono solo immaginare.
Un film, soprattutto, (giustamente) saccheggiato iconograficamente da molti registi per la potenza gotico-vittoriana del suo immaginario (uno su tutti: The Others, senza The Innocents, praticamente non sarebbe esistito). Il merito va a Jack Clayton, più conosciuto come il regista del Grande Gatsby, la cui cura per il profilmico è pari a quella per le focali: brevi, soprattutto in interni, per rendere titanici volti spaventati e mani agitate.

Ma forse, invece di girarci tanto attorno, basterebbe dire che il film è tratto da una novella di Henry James, adattata da Truman Capote, per spingere chiunque a fare il piccolo sforzo di guardalo. In Italia venne distribuito col titolo Suspense. E brutalmente tagliuzzato. Deborah Kerr è il perverso sogno erotico di ogni bambino cattivo. Da recuperare. Anche questo.

commenti
  1. contenebbia ha detto:

    Verissimo! Gran film e, restando in zona Clayton, perfetto ritrattista del “perverso polimorfo” freudiano, consiglio anche il recupero dell’inquitantissimo, sgradevolissimo, inglesissimo, “Tutte le sere alle nove”, un film che McEwan sa a memoria.

  2. cineblob ha detto:

    Ma esiste, in Italia, una versione non brutalmente massacrata del film di Clayton? Forse il Dvd del 2005?Tutte le sere alle nove? Già aggiunto sul mulo ^___^

  3. contenebbia ha detto:

    Penso che il dvd sia integrale. Controllo e poi ti faccio sapere.

  4. cinemaleo ha detto:

    Uno dei migliori film degli anni 60, un film che turba ed emoziona come pochi. Grande, grandissima Deborah Kerr!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...