Pubblicato: giugno 20, 2006 in Uncategorized

Premonition di Norio Tsuruta (Jap, 2004)

Un uomo assiste impotente al tragico incidente in cui perde la vita sua figlia: solo pochi attimi prima gli era apparso un ritaglio di giornale che annunciava la morte della bimba. Sconvolto dall’accaduto divorzierà dalla moglie e trascurerà il lavoro, ma le apparizioni del misterioso giornale continueranno a tormentarlo portandolo sull’orlo della pazzia.

Un po’ Accadde domani, un po’ Final destination, Premonition è un film che, purtroppo, sfrutta solo in parte le idee interessanti da cui parte, perdendosi nella riproposizione un po’ annoiata di spaventi e trovate già viste (da Kurosawa a Nakata).
Secondo capitolo (dopo Infection) del J-Horror Theater, serie horror voluta dal produttore di Ringu e Ju-on Taka Ichise, il film di Tsuruta parte bene ma si incastra man mano che ci si avvicina al finale, fino a un confusionario carosello di paradossi spazio-temporali che lascia un po’ il tempo che trova.
Qualche immagine forte (la donna senza faccia, la bambina totalmente ustionata), ma pochi salti dalla sedia, forse anche per colpa di un protagonista che non fa molto oltre a sgranare gli occhi e spalancare la bocca. Peccato.

commenti
  1. minstrel ha detto:

    E infatti non ho comprato il DVD appena edito in Italia.

    In compenso ho comprato Breaking news di too.

    Meraviglia! Visto?

    Yours

    MAuro

  2. cineblob ha detto:

    meraviglia! comprato anch’io da mediaworld e visto l’altra sera: altamente consigliato 😀

  3. minstrel ha detto:

    Voglio una descrizione del piano sequenza iniziale su queste pagine!!!!!

    😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...