The Face of Another

Pubblicato: dicembre 11, 2005 in Uncategorized

Tanin no kao (aka The Face ot Another) di Hiroshi Teshigahara (Giappone, 1966)

 

Un uomo d’affari, Okuyama, rimane orribilmente sfigurato da un incendio in un laboratorio. Disperato si rivolgerà a uno psichiatra, esperto di protesi artificiali. Il dottore, dopo aver tentato con Okuyama la normale riabilitazione, sperimenterà su di lui un’innovativa maschera sintetica, capace di restituire all’uomo una vita sociale soddisfacente. La maschera, però, altererà l’equilibrio psichico di Okuyama e lo metterà di fronte ai paradossi dell’identità…

Difficile parlare in poche righe di un film, e di un regista, che meriterebbero di essere nei programmi dei corsi di cinema universitari e, invece, sono relegati a un limbo di dimenticanza fatto di dvd di importazione e pochi fan. La nouvelle vague francese arrivò quasi subito in Giappone, o almeno ne arrivarono le istanze innovative, stilistiche e tematiche. Ma mentre certi registi  ebbero la fortuna di essere incoronati dalla critica, come Oshima, altri finirono per essere sottovalutati o, peggio, dimenticati. Teshigahara, con il suo Tanin no kao, è uno di questi.
Fantascienza che diventa sociologia, come in La Jetée di Marker, dramma psicologico che diventa riflessione filosofica, ma anche la visionarietà di un regista che, dopo aver amato il cinema surrealista, intende riprendere quel cammino là dove si era fermato. Il risultato è un’avvincente science-fiction movie, avanti di 30 anni rispetto al cinema di allora, che mescola soluzioni visive della nouvelle vague (camera a mano, risprese in esterni, fermi-immagine, ecc…) a inquietanti visioni degne del primo (e poi pentito) Bunuel. Se a questo si aggiunge la capacità di mescolare lo stile europeo a quello dei maestri giapponesi (piani sequenza, macchina fissa, frontalità ecc…) siamo di fronte a un film che merita, più che una visione, uno studio.
Vedetelo. Anzi no: compratelo. E speriamo in una bella retrospettiva al più presto.

Una parentesi dovuta: questo film è stato la prima proiezione del (speriamo continui) cineforum dei cinebloggers bolognesi. Perciò andate a vedere cosa ne hanno scritto (se ne hanno scritto) lui, lui, lui e anche lui.

commenti
  1. rob81 ha detto:

    niente da aggiungere 🙂

    Ciaoo Rob

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...