Pubblicato: luglio 19, 2005 in Uncategorized

Society – The Horror di Brian Yuzna (Usa, 1989)

Billy, un ragazzo cresciuto a Berverly Hills, ha dei problemi. E’ convinto di essere diverso da tutti quelli che lo circondano, anche dei suoi stessi familiari, e questo aumenta la sua paranoia di giorno in giorno. Il problema è che Billy ha ragione e a Beverly Hills c’è qualcosa di strano…

La borghesia americana è marcia dentro. Trasformate questa metafora in immagini e verrà fuori Society, splatter demenziale e opera prima del maestro del trash horror Brian Yuzna. Se scavate sotto lo strato di carne molliccia e secrezioni varie trovate una critica irresistibilmente azzeccata dell’alta società americana: dei suoi costumi, dei suoi riti, dei suoi miti. Girato irrimediabilmente negli anni ’80, con tanto di fotografia patinata, luci blu e grandangoli qua e là, Society è e rimane una colonna portante del cinema splatter ‘ricercato’. Un horror infarcito di sarcasmo e paranoia, che procede verso un finale assolutamente al di là delle vostre aspettative: 15 minuti di disgusto e delirio come capita raramente di vedere. Personalemente, quando vidi la scena finale appena adolescente, mi turbò a lungo. Forse è anche grazie a Yuzna che ho sviluppato i miei gusti ^_^

commenti
  1. kekkoz ha detto:

    sottoscrivo in toto.

  2. anonimo ha detto:

    lo vidi anche io da ragazzo però non sono d’accordo sullo splatter demenziale.

  3. anonimo ha detto:

    è bello

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...