Pubblicato: aprile 18, 2005 in Uncategorized

The day the pig fell into the well di  Sang-soo Hong (Sud Corea, 1996)

The day the pig fell into the well , opera prima del coreano Sang-soo Hong, è un film sui destini incrociati e fatali di tre coppie nella Corea del boom anni ’90. Uno scrittore fallito, una donna sposata e infedele, un marito nevrotico, una giovane sognatrice, un ragazzo folle d’amore.  Tre uomini e due donne le cui vite imperfette sono il ritratto della Corea contemporanea, finalmente libera ma già disillusa dai propri sogni infranti.
Hong, presente in sala alla fine della proiezione, ha studiato e ama il cinema d’autore europeo. Lontano dagli eccessi di gran parte del cinema coreano contemporaneo, Hong gira un film volutamente sotto tono, dal ritmo lento, tracciando appena i suoi personaggi e affidando allo spettatore il compito di delinearne i tratti e comprenderne le azioni. Non a caso, in sala, qualcuno ha fatto i nomi di Bresson e Antonioni.
Un’opera prima forse un po’ grezza, ma sicuramente di un regista/autore da conoscere meglio. In sala, durante il dibattito, c’è stato anche un’inutile tentativo di opporre il nuovo cinema d’autore coreano (quello di Hong e Kim per esempio) al cinema popolare di registi come Park. Per fortuna qualcuno ha subito messo le cose in chiaro…

Qui un’interessante scheda sul film.

commenti
  1. kekkoz ha detto:

    il dibattito… quasi quasi non sono così infelice di mancare la rassegna…

  2. anonimo ha detto:

    Già, per fortuna.
    Comunque dopo ho visto Hong e gli altri due tizi che entravano in un’osteria sarda. Niente take-away cinese come avevi previsto 😀

    Andrea

  3. kekkoz ha detto:

    la smettete di fare gli amiconi ed escludermi solo perché sono a udine??

  4. Gokachu ha detto:

    Ecco, questo è un film che da da almeno un paio d’anni vorrei vedere. Finalmente provo dell’invidia leggendo queste pagine, come è sano e utile ^^

  5. cineblob ha detto:

    @ kek: noi siamo amiconi e tu sei escluso ;-P@ gok: oh mio dio, l’invidia di zio gokachu… mmmh, piacere sublime…

  6. anonimo ha detto:

    Anche io l’ho visto! Anche io l’ho visto! Gokachu, invidia anche me!

    @kekkoz: allora facciamo a cambio. io vengo a Udine e tu ti fai tutta la rassegna con checco 😛

    Andrea

  7. anonimo ha detto:

    invece il dibattito sembrava interessante…in che senso opporre ?…

  8. anonimo ha detto:

    complimenti per il blog, molto interessante

  9. ohdaesu ha detto:

    No, ditemi un po’ meglio, chi è che opponeva il cinema popolare di Park a Kim e Hong, e in che modo è stato zittito?

  10. cineblob ha detto:

    spighiamo in breve per ohda e murda:un tipo della cineteca di Bologna (che non mi ricordo mai come si chiama) che presentava il film sosteneva che quello di Hong è vero cinema d’autore, mentre park fa action movie alla tarantino che copiano l’estetica di mtv (!!!)… per fortuna il prof. francese che presentava hong gli ha spiegato che simili categorie sono alquanto vetuste… :-/

  11. rob81 ha detto:

    Minghia, se ci fossi stato l’avrei preso a schiaffi quello lì!
    Ciaoo Rob

  12. ohdaesu ha detto:

    Più che vetuste, è ‘na cazzata

  13. murdamoviez ha detto:

    chissà che figuretta che ci ha fatto!..

  14. Gokachu ha detto:

    Vi invidio tutti, voi che siete in questo bar.

    Il cinema di Park è certo più popolare di quello di Kim e di Hong, da qui a dire che scopiazza Tarantino e l’estetica di MTV però ce ne corre assai…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...