Pubblicato: marzo 26, 2005 in Uncategorized

Per un pugno di dollari di Sergio Leone (Germania Ovest/Spagna/Italia, 1964)

Il primo spaghetti western di Leone. Una piccola coproduzione diventata una pietra miliare nel processo di riscrittura di un genere cinematografico destinato a una lunga (eterna) agonia. Leone riscrive il western sporcandolo e adattandolo alla sua sintassi cinematografica fatta di primissimi piani, zoom e raffinati movimenti di macchina. Morricone conferisce a una materia sporca, grezza e popolare, il respiro epico delle sue musiche. Staordinario il lavoro degli attori (Volonté è ineguagliabile, anche meglio dello spietato e freddo Eastwood).

Un film fondamentale nella storia del western (e del cinema). Negli anni successivi Leone avrebbe fatto anche di meglio, ma già così il risultato era al di là di ogni aspettativa. Al cuore Ramon, al cuore…

commenti
  1. Gokachu ha detto:

    Aiù, non capisco se ti sei messo a commentare ogni film che vedi à la Kekkòz solo che ne vedi uno ogni morte di papa, oppure se volutamente eviti di dare indicazioni su film interessanti e misconosciuti per parlare per l’ennesima volta di Per un pugno di dollari, Hong Kong Express o Tutto quello che avreste sempre voluto sapere sul sesso ma…, film su cui sono stati scritti saggi di centinaia di pagine e che credo non abbiano bisogno di un ulteriore esposizione. O si? Pensi che tra i tuoi lettori qualcuno possa scoprire, per la prima volta, attraverso il tuo breve commento, Per un pugno di dollari? Ti poni un intento educativo a un livello così esteso ed elementare? O ne parli perché ti va e di noi lettori te ne fotti? Insomma, perché lo fai? Con questa pioggia nei capelli, perché lo fai? Con questi occhi un po’ fanciulli e un po’ marinai, per una dose di veleno che poi dentro di te non basta mai…

  2. anonimo ha detto:

    Io “Per un pugno di dollari” non l’ho visto.

    E probabilmente mai nella vita (o forse quando sarò in pensione) avrò il tempo di leggere saggi di centinaia di pagine su un film.

    Perciò sono profondamente grato a Checco quando, ogni tanto, anzichè di film giallusi parla di cose che prima o poi mi capiterà di vedere. Mi aiuta a scegliere e a capire, talvolta.

    Rivelazione delle cinque del mattino: il mondo non è popolato soltanto da cinebloggers.


    Carlo

  3. rob81 ha detto:

    Naturalmente un collegamento con i “film giallusi” c’è anche qui …. 🙂

    Comunque, capolavoro. Da vedere assolutamente nel suo formato originale (il dvd della CvC ormai costa pochissimo). Su rete4 invece lo trasmettono conl’inquadratura tagliata da un orrido pan&scan, che non può mai restituire l’idea degli spazi.

  4. Gokachu ha detto:

    Be’, per aver visto Per un pugno di dollari non occorre essere un cineblogger. Lo passano in TV ogni sei mesi. E per sentirne parlare non occorre leggersi un saggio di centinaia di pagine (e chissà che mattonata), ne parla pure TV sorrisi e canzoni ogni tanto, immagino. Direi che basta interessarsi di cinema (e non è nemmeno necessario). Pensavo Cineblob si rivolgesse a gente che si interessa di cinema. Comunque ora è chiaro, lo scopo di Cineblob è pedagogico, e il suo pubblico lo conferma. Nobile scopo.

  5. cineblob ha detto:

    “di noi lettori te ne fotti”. si, mi sembra adatto. ;P

  6. Stellar ha detto:

    MurdaMu:

    sono dalla tua dottor cineblob.

  7. kekkoz ha detto:

    goka: à la kekkòz?
    gli occhi fanciulli e marinai li sogno ancora di notte.

    checco, posso? posso? posso:
    http://giovanecinefilo.splinder.com/1097593369#3136817

  8. Themalkavian ha detto:

    beh ritengo che un commento su un film come “per un pugno di dollari” meriti sempre uno spazio, soprattutto in un cineblog che si rispetti. riscoprire un classico o un cult (come in questo caso) è sempre un’emozione che merita di essere riferita in un posto come questo…
    comunque concordo con il commento sul primo film della “trilogia”, un pezzo di storia del cinema.
    M.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...