Pubblicato: gennaio 27, 2005 in Uncategorized

 il vostro umilissimo cineblob si scusa per l’assenza di questi giorni e per quella dei giorni a venire, ma una grossa scadenza pesa sulla sua capa e gli impedisce di sollazzarsi in molteplici visioni.

quindi.

in questi giorni di sudore@fatica si limiterà a postare poche linee disordinate per visione. con la speranza di suscitare ugualmente le vostre reazioni da bravi cani di pavlov.
iniziamo.

Hana-bi: quando ero giovane (e folle) pensavo che Sonatine fosse il capolavoro di Kitano.
Alla decima (ma chi le conta più ormai…) visione di Hana-Bi mi sono ricreduto, Hana-Bi è la più alta vetta raggiunta dal regista. Probabilemente da qui in poi il cammino può andare solo in discesa (e così è stato).
Diviso equamente in due parti (la ricostruzione della sparatoria e il viaggio di Nishi con la moglie) ha la geniale intuizione di accostare cinema e pittura mettendoli in risonanza. Splendido il lavoro sulle musiche di Hisaishi. Arriva Yamamoto alla fotografia e si nota. Comincio tuttavia a odiarlo perché se si scrive di un film così non se ne esce più fuori.

commenti
  1. Gokachu ha detto:

    Io sono ancora alla fase prepuberale di chi preferisce Sonatine – ma li hai visti entrambi più di dieci volte?

  2. anonimo ha detto:

    Sto salivando copiosamente grazie al tuo post.

    A.

  3. kekkoz ha detto:

    io sono combattuto ormai da ere geologiche, ma direi hana-bi.

    sì, hana-bi.

  4. cineblob ha detto:

    gok: visioni complete dovremmo essere 6 ciascuno. se poi si iniziano a contare le scene riviste innumerevoli volte… :-/ cmq spero che tu esca dalla tua fase prepuberale al + prestoA: LOL :Dkekkoz: si, hana-bi

  5. anonimo ha detto:

    la mia classifica è da qualche parte su questo blog…ma parlare di classifiche è riduttivo.Hana-bi e Sonatine vette ineguagliate (ma spero avvicinabili in un futuro non lontano)

  6. Jupiter ha detto:

    (Zio, visto che è un periodo difficile, mi limito a leggere senza lasciare inutili commenti babbioni in cui infilo sempre roberto andò) *da leggere bisbigliando*

    Giuni.

  7. anonimo ha detto:

    Non posso essere completamente d’accordo sulla “discesa” di Kitano dopo Hana-Bi.

    Vada per Brother e Zatoichi, francamente molto deludenti, ma Dolls è sicuramente la terza vetta kitaniana: un film straordinario.

  8. anonimo ha detto:

    d’accordo con interzona su dolls. ma Brother e Zatoichi non sono ‘ste gran delusioni. a me piacciono. minori, ma averne.

  9. ohdaesu ha detto:

    Dove l’hai trovata la locandina di Two Sisters?? La bramo da secoli ;___;

  10. anonimo ha detto:

    d’accordo con interzona su dolls. ma Brother e Zatoichi non sono ‘ste gran delusioni. a me piacciono. minori, ma averne.

    d’accordo col kekkoz

  11. Gokachu ha detto:

    Io tra Brother, Dolls, Kikujiro e Zatoichi preferisco senza dubbio l’ultimo. Il meno kitaniano ma il più riuscito.

  12. imaginaria ha detto:

    Ciao, il mio voto è per Dolls. Per me Kitano deve ancora fare un “film minore”

  13. cineblob ha detto:

    anch’io preferisco zatoichi, è poi è un film di yakuza 😉

  14. anonimo ha detto:

    Zatoichi mi ha un pò deluso ma Brothers è un gran film. Direi un mainstream d’autore!
    Postrock

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...