Pubblicato: novembre 15, 2004 in Uncategorized

Hero di Zhang Yimou (Hong Kong / China 2002)


Un eroe senza nome, la cui abilità con la spada è impareggiabile, viene ammesso al cospetto del re di Qin, sovrano deciso a unificare tutti i regni di Cina in un unico impero. Al re racconterà l’assassinio di tre più temibili assassini della Cina, gli unici esseri in grado di minacciare il re di Qin nel suo progetto di espansione imperiale.

Un difficile parto distributivo. Atteso da un paio di anni nelle sale il maestoso wuxiapian di Yimou vi è arrivato grazie alla pressione di un grosso (e oltremodo stimato) fan della cinematografia asiatica tout court.
Yimou realizza un kolossal maestoso ed elegante, curatissimo nei dettagli (fotografia, coreografie, ambientazioni), forse un po’ meno nella caratterizzazione dei personaggi, che nonostante le loro abilità leggendarie rimangono bidimensionali per tutto il corso del film. L’intreccio a là Rashomon funziona (e divertono le alternanze comatiche delle differenti versioni). Quello che infastidisce veramente è la connotazione ideologica che macchia un’opera del genere. E ne sminuisce, in parte, i meriti artistici. Un film da vedere, non da ascoltare.

– piccolo trivia – Qualcuno nota qualcosa di strano in questa foto…?

commenti
  1. ohdaesu ha detto:

    Maggie non era vestita di celeste in quella scena?

  2. anonimo ha detto:

    eh eh… bravo occhio fino… 😉

  3. ohdaesu ha detto:

    Quindi sai spiegarci il perché di quel vestito arancione?

    (occhio fino… se citavi “il sorpasso” t’ho beccato, che credi?)

  4. aliceavallone ha detto:

    Io avevo scritto questo su Hero.

    Kill ‘Hero’
    La rara bellezza delle lanterne rosse, dei paraventi di seta, dei fiori di ciliegio, delle foglie rosse degli aceri, crea un mondo fluttuante, che galleggia sulla corrente dell’acqua con grazia e nobiltà. Rosso l’immaginazione, il verde la verità, il bianco la saggezza, il blu il coraggio. I colori sono superbi, la fotografia nitida, i suoni puri su continui quadri poetici in movimento. L’eroe senza nome combatte senza combattere, ricerca l’essenza della spada, l’elevazione dello spirito. I suoi piedi accarezzano soltanto l’acqua prima di librarsi in cielo, intingendo la lama come un pittore farebbe con il suo pennello. Zhang Yimou come Baricco, gioca con le immagini, riadatta il mito, estetizza la guerra come bellezza, come forma pura senza sangue. Peccato che ci sia stato bisogno di Tarantino padrino per portare Cielo, Spada Spezzata e Neve Che Vola nelle nostre sale.

  5. ohdaesu ha detto:

    Zhang Yimou come Baricco?

  6. anonimo ha detto:

    ohdaesu: e bravo “occhio fino”! ;)già, come si spiega il colore del vestito di mahhie? che sia una scena poi tagliata? boh… chiediamolo a gokachu…Yimou come Baricco lascia perplesso anche me 🙂

  7. Ratinthewall ha detto:

    zhang yimou come baricco?
    povero zhang… comunque c’è da chiedersi come mai un film così spettacolare abbia avuto una distribuzione così travagliata, mentre i precedenti (assai più soporiferi) film dell’autore siano spesso giunti senza problemi nelle sale occidentali 8vabbé, avevano vinto qualche palma d’oro e robette simili, questo è vero…).

  8. mimidef ha detto:

    cinefili secchioni, sgrunt!
    bel film, comunque

  9. Kerastasex ha detto:

    citando un vecchio talento della dialettica direi che “sono pienamente d’accordo a metà con te”
    Il messaggio del film mi sembra a dir poco “pericoloso” soprattutto pensando all’attualità politica…

  10. anonimo ha detto:

    A me “Hero” non sembra aver nulla di “reazionario-comunista”…. piuttosto ho apprezzato (oltre alla fotografia di grande impatto visivo) lo spirito epico e l’idea che ci sia qualcosa per cui può valer la pena anche dare la vita. L’idea “Sotto un unico cielo” con cui si chiude il film mi sembra più un richiamo alla responsabilità dei potenti che una giustificazione preoccupante della guerra. Comunque è da vedere. Gandalf

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...