Pubblicato: settembre 19, 2004 in Uncategorized

Dead or Alive 2 di Takashi Miike (Giappone 2000)

Si può fare il sequel dell’apocalisse? Se ti chiami Takashi Miike la risposta è si.
Abbandonata ogni coerenza narrativa (e non solo) con il precedente episodio, Miike gira uno yakuza movie più delicato, lento, intimista.
Del primo “Dead or alive” rimangono soltanto le spoglie mortali. I due protagonisti, il regista (ovviamente), e qualche riferimento ammiccante (il braccio robotico di Sho Aikawa durante la recita, visto che quello vero lo aveva perso nello scontro finale del primo “Dead or alive”).
Miike si fa beffe di una delle istituzioni del cinema d’azione: il sequel. E lo spettatore si trova di fronte a un film totalmente nuovo e fresco, che non ha praticamente alcun rapporto sostanziale con il precedente.
“Dead or alive 2” non è una corsa frenetica di montaggio e violenza manga. Chi si aspetta la stessa dose di questi ingredienti vista nel primo episodio rimarrà deluso.
Piuttosto è un film quasi Kitaniano (già mi pento di aver inventato questo aggettivo). I due yakuza solitari, la nostalgia per l’infanzia, il gioco come momento di assoluta fuga dal mondo. Addirittura una recita in maschera per bambini, con espliciti riferimenti sessuali, alternata in montaggio al massacro fra un clan cinese e uno giapponese.
Eppure rimane profondamente un film Made in Miikeland. Il cadavere dal pene gigante, le ali dei due angeli vendicatori, le tra pallottole che uccidono il nano come in un videogame.
Miike non rinuncia mai al suo cinema ludico, fatto di stupore e shock per il pubblico. Ma qui lo fa con una sensibilità diversa, e una malinconia particolare.
Una lancia a parte va spezzata per i due protagonisti, che qui hanno spazio sufficiente per mostrare di non essere solo due facce da gangster. E per Tsukamoto, che gigioneggia sullo schermo in una performance irresistibile.

commenti
  1. anonimo ha detto:

    Devo vederlo. pensare che ho visto Final senza vedere questo…considerando quello che hai scritto credo sia un trittico davvero straordinario.
    Attendo notizie sulla monografia dedicata a Miike che stai scrivendo. Stasera vado a fare un giretto a Miikeland, ho appena finito di scaricare Zebraman…

  2. fuorisede ha detto:

    ZEBURAMAN!!! bastardo… ;-XXX

  3. anonimo ha detto:

    Vorrei comunicare che i sottotitoli di Zebraman (in inglese, ovvio) sono disponibili da Koofy. Ciaoo Rob

  4. anonimo ha detto:

    Naturalmente conosco anche un bel posto sul “torrente” (chi vuol capire capisca), in cui si trova Zebraman. Ma l’indirizzo ve lo dico solo in pvt 😉 Ciaoo Rob

  5. cineblob ha detto:

    “torrente” ?? Rob, mi fai sentire idiota… :-/

  6. anonimo ha detto:

    visto zebraman…sono ancora confuso, prima o poi ne parlerò…

    x cineblob: il “torrente” è uno dei metodi con cui i pirati cattivi uccidono il cinema, scaricandosi i film. Per quanto mi riguarda mi sono sempre trovato bene con il mio mulo…

  7. anonimo ha detto:

    Il mulo uccide il cinema esattamente come il torrente ;D Ma io lo faccio solamente per scaricare opere rare o introvabili in Italia 😛 Ciaoo Rob

  8. anonimo ha detto:

    ovvio che scherzavo…mi sento sempre un po’ in colpa anche io quando guardo un divx tranquillamente reperibile in dvd o vhs. Ovvio che per guardare molta della filmografia orientale (Miike specialmente) purtroppo ho poche altre scelte…

  9. anonimo ha detto:

    cmq il film in questione è veramente fuori di testa!! Ho riso come un bambino 😀 Ciaoo Rob

  10. anonimo ha detto:

    xché no? dove? 😕

  11. kekkoz ha detto:

    se clicchi sul link lo sai! andrea c’è già, cosa aspetti? http://cineraduno.splinder.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...