Pubblicato: Maggio 31, 2004 in Uncategorized



Jackie Brown di Quentin Tarantino (USA, 1997)


Una crime story che fa il verso al cinema blacksploitation degli anni ’70 (Shaft Rules!). La colonna sonora gustosa, funky quanto basta, una fotografia di gran classe, un intreccio che funziona, basato sull’omonimo romanzo di Elmore Leonard.
E poi?
E poi l’intelligneza di Tarantino nello scegliere la giusta inquadratura al momento giusto, sovvertendo quello che ci aspetteremmo (l’omicidio di Beaumont). Punti di vista multipli sullo stesso evento (lo scambio di sacchetti nel camerino), movimenti di macchina che rifanno DePalma (e che accarezzano la sexy Pam Grier) e un gran cast (su cui trionfa uno straordinario Robert Forster stordito da una passione adolescenziale).
Gran film.
Unico difetto? Ogni tanto va un po’ troppo per le lunghe. Trenta minuti di pellicola in meno gli avrebbero soltanto fatto un gran bene.

commenti
  1. kekkoz ha detto:

    se non andasse così per le lunghe forse non sarebbe il capolavoro che è

  2. cineblob ha detto:

    non lo so… penso che Tarantino esageri sempre un po’ con i metri di pellicola, ovviamente è solo un’impressione… 😉
    cosa mi dici di kill bill vol.2? mi aspettavo un commento al mio post etilico da un estimatore come te…

  3. kekkoz ha detto:

    kill bill è.

  4. anonimo ha detto:

    decisamente essenziale come commeto…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...