Shinjuku triad socie…

Pubblicato: aprile 20, 2004 in Uncategorized

Shinjuku triad society di Miike Takashi (Giappone, 1995)


Scrivo un po’ a freddo su questo film, avendolo visto giovedì scorso per la rassegna su Miike organizzata da Alessandro al Link.
Primo capitolo della trilogia di Miike dedicata ai rapporti tra triade e yakuza, violentissimo ed eccessivo yakuza eiga, ma di una violenza parodistica e a tratti surreale (memorabile la scena dell’interrogatorio anale condotto da un piccolo e minuto impiegato giapponese…).
Di certo non possiede la forza visiva di Dead or alive, ma rimane comunque un valido esempio dello yakuza eiga secondo Miike. Anche in Shinjuku i protagonisti, yakuza o poliziotti che siano, sono individui al di fuori del normale consesso sociale, perché frutto di matrimoni misti o omosessuali, e vivono questa condizione con nichilismo e violenza. Già, la violenza. Nei film di Miike si ha l’impressione che sia questa l’unica comunicazione possibile. Laddove le parole non servono più perché le lingue (e le culture) sono diverse (brasiliano e giapponese in “City of lost souls”, giapponese e cinese in Shinjuku) la violenza fisica, e soprattutto sessuale, è tutto ciò che resta per incontrarsi (e scontrarsi).
Cardine di questa nuova comunicazione, secondo Miike, è la sodomia. Come direbbe Godard: “la questione è semplicemente chi incula chi” 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...